Rimborso per i viaggi d’istruzione delle classi terminali 5A, 5C, 5G, 5I, 5Ef, 5Eg, 5L dell’anno scolastico 2019-2020

Scritto da Dirigente

Il 10 Lug 2021

Gentili famiglie,

con la presente vorrei comunicare lo stato di avanzamento dell’azione legale avviata nei confronti dell’agenzia Geko Viaggi in merito al rimborso dei viaggi d’istruzione in oggetto che, causa emergenza sanitaria, non sono stati effettuati nell’a.s. 2019/2020.
Come da indicazioni generali fornite dall’Avvocatura di Stato e dagli uffici scolastici, il Liceo Boccioni ha inviato formale diffida all’agenzia con contestuale invito alla negoziazione assistita (comunicazione PEC, Prot. 4510/C14, del 5 maggio 2021). Trattandosi, infatti, di controversia il cui valore è inferiore ai 50.000 Euro (per la precisione il credito complessivo vantato dall’istituto è pari
a € 16.207,50) il tentativo di negoziazione costituisce per legge condizione di procedibilità dell’azione giudiziaria, non potendosi altrimenti instaurare il relativo giudizio.
Con comunicazione PEC del 12 maggio 2021, l’agenzia Geko, mediante il proprio legale, ha aderito al tentativo di negoziazione e la medesima ha successivamente formulato la seguente proposta transattiva:

Viaggio a Cortina dal 30.03.20 al 03.04.20: versato a partecipante euro 56,49 – proposto rimborso euro 30,00 a partecipante
Viaggio a Berlino dal 09.03.20 al 12.03.20: versato a partecipante euro 200,00 – proposto rimborso euro 150,00 a partecipante
Viaggio a Berlino dal 23.03.20 al 26.03.20: versato a partecipante euro 200,00 – proposto rimborso euro 150,00 a partecipante
Viaggio a Napoli dal 13.03.20 al 16.03.20: versato a partecipante euro 117,39 – proposto rimborso euro 80,00 a partecipante
Viaggio a Parigi dal 03.03.20 al 07.03.20: versato a partecipante euro 150,00 – proposto rimborso euro 100,00 a partecipante

Rispetto alla proposta formulata, il Liceo Boccioni ha formulato una controproposta chiedendo esplicitamente all’Agenzia di poter integrare la restante parte dell’importo con voucher individuali, in modo da poter coprire l’intera cifra.
A seguito di colloqui informali, l’Agenzia ha dichiarato di non poter effettuare tale ulteriore sforzo economico, rendendosi disponibile a integrare semmai l’importo in maniera simbolica, presentando la suddetta nuova proposta.

Viaggio a Cortina dal 30.03.20 al 03.04.20: versato a partecipante euro 56,49 – proposto rimborso euro 30,00 a partecipante; (nuova proposta definitiva Euro 35,00);
Viaggio a Berlino Dal 09.03.20 al 12.03.20: versato a partecipante euro 200,00 – proposto rimborso euro 150,00 a partecipante; (nuova proposta definitiva Euro 155,00);
Viaggio a Berlino dal 23.03.20 al 26.03.20: versato a partecipante euro 200,00 – proposto rimborso euro 150,00 a partecipante; (nuova proposta definitiva Euro 155,00);
Viaggio a Napoli dal 13.03.20 al 16.03.20: versato a partecipante euro 117,39 – proposto rimborso euro 80,00 a partecipante; (nuova proposta definitiva Euro 85,00);
Viaggio a Parigi dal 03.03.20 al 07.03.20: versato a partecipante euro 150,00 – proposto rimborso euro 100,00 a partecipante (nuova proposta definitiva Euro 105,00).


Tuttavia, a fronte di tale sforzo ulteriore (nei fatti simbolico), l’agenzia richiede che il Liceo rilasci una dichiarazione d’intenti in cui il medesimo si impegni a utilizzare i voucher collettivi in suo possesso relativi a viaggi d’istruzione sospesi per classi non terminali nel prossimo a.s. 2021/22.

Tale condizione è del tutto inaccettabile per l’Istituto in quanto non è in nessuna misura possibile assumere una tale garanzia, per altro relativa a classi diverse, per due ragioni:

  • residua l’incertezza dell’evolversi della situazione emergenziale, che potrebbe prolungarsi;
  • il comma ottavo dell’art. 88 bis D.L. 18/2020 come convertito in legge, allo stato, limita l’effetto di proroga della validità delle aggiudicazioni alle agenzie di viaggio “con effetto per l’anno scolastico 2020/2021”, rendendo pertanto illegittima un’ulteriore proroga di tale effetto al prossimo anno scolastico.

Pertanto, al fine di addivenire ad una bonaria e tempestiva risoluzione della controversia, il Liceo Boccioni ritiene che possa considerarsi accettabile la prima delle due proposte formulate, la quale non reca alcun impegno condizionante per la scuola.
Purtroppo, il perdurare della grave crisi del settore del turismo non consentirebbe all’agenzia di proporre altre modalità di rimborso.
Ragioni di opportunità oltre che di merito rendono, ad avviso di questo Istituto Scolastico, consigliabile procedere negli esposti termini, evitando l’insorgere di un contenzioso, i cui esiti e tempi potrebbero non essere scontati, alla luce dell’assoluta novità della materia.

Pertanto, si richiede a ciascuna delle famiglie interessate di manifestare esplicitamente il proprio consenso alla conclusione della suddetta procedura autorizzando la scuola a prendere parte alla negoziazione, mediante la sottoscrizione della dichiarazione contenuta nel modulo allegato alla
presente entro e non oltre il 30 luglio 2021.
Il modulo dovrà essere inviato all’Istituto Scolastico tramite comunicazione a mezzo email e ciascuna famiglia riceverà il bonifico direttamente da parte dell’Agenzia sull’IBAN che avrà indicato nel modulo medesimo.
In assenza di alcuna indicazione pervenuta entro tale data, la Scuola procederà alla negoziazione solo ed esclusivamente nell’interesse delle famiglie che hanno rilasciato la suddetta dichiarazione.
Certa di una vostra collaborazione e confidando in un riscontro alla presente, invio distinti saluti.

Il Dirigente Scolastico prof.ssa Maura Avagliano

Ti potrebbero interessare anche…

Segnalazioni al webmaster

Voglio saperne di più...

Privacy

11 + 14 =