La fuga e il pellegrinaggio

Scritto da Giovanni Palmieri

Il 23 Gen 2017

La fuga e il pellegrinaggio. Carlo Emilio Gadda e i viaggi

Nell’opera di Carlo Emilio Gadda il viaggio rivela sempre una tendenza di fuga dal (suo) mondo, dal (suo) tempo, dal (suo) spazio e da ciò che lo scrittore avverte come il proprio destino. Contemporaneamente, però, è anche un pellegrinaggio “religioso” verso terre sconosciute, e appare come la verifica gnoseologica della realtà del mondo e della sua costituzione storica e materiale.

Ai viaggi “sognanti” e lirici corrisponde una tendenza alla fuga dal mondo, mentre ai viaggi “etici” corrisponde un pellegrinaggio volto a certificare e a testimoniare la realtà dell’opera umana.

Dopo aver ripercorso l’affascinante storia del moderno reportage di viaggio, la presente ricerca – che si avvale di numerosi inediti gaddiani provenienti dagli archivi di Milano, Firenze e Pavia – giunge alla conclusione che in tutto il Gadda odeporico il viaggio lirico sarà dominante, mentre il viaggio etico, subordinato a questo, sarà sempre il risultato d’una repressione cosciente e artistica della primigenia pulsione: quella legata al sogno lirico e libero da qualsiasi implicazione morale.

AUTORE: Giovanni Palmieri

ISBN: 9788896117460
PAGINE: 324
PREZZO: € 17,00
FORMATO: cm 15 × 21
COLLANAStudi e testi di cultura letteraria
DATA DI PUBBLICAZIONE: dicembre 2014

 LEGGI LE PRIME PAGINE (IN PDF)

 

Fonte: Giorgio Pozzi Editore (Ravenna)

Ti potrebbero interessare anche…

Bullout!

Opere degli studenti selezionate al Contest Non stare a Guardare!

Segnalazioni al webmaster

Voglio saperne di più...

Privacy

7 + 6 =

Pin It on Pinterest

Share This