Iscrizioni al test di ammissione: come fare

Scritto da Pierangela Rinaldi

Il 06 Feb 2020

I test di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato nazionale (Medicina, Professioni Sanitarie, Architettura, Scienze della Formazione, IMAT) si svolgono quasi sempre nel mese di settembre (le date vengono stabilite ogni anno dal Ministero dell’Istruzione). Per quanto riguarda gli altri test di ammissione, invece, è importante monitorare i siti ufficiali delle Università che li prevedono per consultare i relativi calendari

In questo articolo proviamo a rispondere ad alcune domande “operative” che spesso gli studenti ci pongono.

Quando e come iscriversi al test di ammissione?

Per iscriversi ai test di ammissione a Medicina, Architettura e IMAT bisogna collegarsi al portale Universitaly (solitamente intorno al mese di luglio) e completare tutte le procedure richieste. La data dei test sarà unica e le prove saranno identiche per tutte le università. Da ciò si deduce che sarà pubblicata anche una graduatoria unica nazionale.

Per iscriversi ai test delle Professioni Sanitarie e di Scienze della Formazione, invece, bisogna far riferimento ai bandi delle Università.

Questo perché, sebbene il test si svolgerà in un’unica data, le procedure di svolgimento della prova saranno gestite autonomamente dai singoli atenei.

A quanti test di ammissione posso iscrivermi?

Potenzialmente è possibile iscriversi a illimitati test di iscrizione.

Ovviamente, per quanto riguarda i test a carattere nazionale, che si svolgono nella stessa giornata, non è possibile svolgere i test in più università.

Ma avrai la possibilità, al momento dell’iscrizione, di indicare le tue preferenze (illimitate) in merito alle Università presso le quali ti piacerebbe studiare.

Per intenderci: la prima scelta è quella in cui sosterrai il test e la tua prima preferenza; se non dovessi rientrare nella tua prima scelta, potresti risultare idoneo a una delle tue scelte successive.

E’ possibile, invece, partecipare a più test di ammissione se questi si svolgono in giorni differenti (pensiamo ad esempio alle prove di accesso agli atenei privati).

Bisogna pagare per partecipare ai test di ammissione?

La risposta è si! Orientativamente tutti i concorsi di ammissione prevedono il versamento di un contributo di partecipazione al test di accesso, il cui importo varia dai 30/35 euro sino ai 120 euro richiesti dalle Università private per la prova d’esame ai corsi di laurea a numero programmato nazionale (per es. Medicina).

Per maggiori informazioni consulta le faq sul numero programmato nazionale.

Per una preparazione completa ai test di ammissione all’Università ti consigliamo i libri del catalogo EdiTEST:

  • Manuali di teoria
  • Eserciziari commentati
  • Raccolte di quiz
  • Simulatori
Vai alla pagina: www.ammissione.it
Vai alla pagina: SCOPRI DI PIÙ

Ti potrebbero interessare anche…

Segnalazioni al webmaster

Voglio saperne di più...

Privacy

2 + 10 =

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo contenuto con i tuoi amici!