Il viaggio di Dante attraverso l’Inferno

La Lezione-Spettacolo

Il viaggio di Dante e Virgilio attraverso l’Inferno è una corsa contro il tempo (hanno solo 24 ore per attraversarlo tutto) è una caduta. I due poeti precipitano verso il centro della terra attratti dal centro di gravità del male, Satana, rimasto imprigionato dopo il tradimento e la caduta dal Paradiso. Nella discesa di cerchio in cerchio i poeti incontreranno temibili guardiani, personaggi di ogni tempo, estrazione e nazionalità; ma soprattutto in questo viaggio Dante incontrerà se stesso. Attraverso le difficoltà che affronterà, Dante conoscerà la parte più importante di sé stesso: la sua fragilità; solo riconoscendo e accettando i propri limiti Dante sarà in grado di uscire dall’Inferno ‘a riveder le stelle’.

Perché raccontare tutto il viaggio infernale?

Quello di Dante attraverso l’Inferno è tra i viaggi più belli che siano mai stati raccontati dall’uomo. Questa sintesi (solo una delle infinite possibili) offre una visione d’insieme del viaggio infernale di Dante e diventa un utile strumento per orientarsi nel successivo studio di approfondimento dei canti.

La narrazione dell’attore, che accompagna Dante dalla selva oscura alla ‘natural burella’, si alterna in più momenti con la recitazione di una selezione di versi della cantica, per restituire così anche un’idea della vitalità e della sonorità delle fragorose parole di Dante.

Pin It on Pinterest

Share This