Circ. n 161 – Procedure per Elezioni RSU 2018

Scritto da Admin

Il 01 Feb 2018

Procedure per Elezioni RSU 2018

Milano, 31.01.18

CIRCOLARE n. 161

ALLE RSU, ai docenti, al personale ATA, all’UFFICIO PERSONALE

Si trasmette in allegato la Circolare ARAN del 26 gennaio 2018 in cui vengono fatte alcune importanti specificazioni:

1. Le elezioni delle RSU sono indette contestualmente nella generalità delle amministrazioni in indirizzo nei giorni 17, 18 e 19 aprile 2018.

2. Il primo giorno (17 aprile 2018) è utilizzato per l’insediamento del seggio elettorale

3. È compito delle Commissioni elettorali, al fine di assicurare le migliori condizioni per l’esercizio del voto, definire l’orario di apertura e chiusura giornaliera dei seggi ed, in particolare, quello dell’ultimo giorno di votazione (19 aprile), dandone la necessaria preventiva pubblicità a tutti gli elettori attraverso l’affissione all’albo dell’amministrazione.

4. Il giorno 20 aprile 2018 è dedicato esclusivamente allo scrutinio

5. Poiché le elezioni avvengono contestualmente in tutte le amministrazioni anche lo scrutinio deve avvenire contemporaneamente il giorno 20 aprile 2018. Conseguentemente, nella singola amministrazione non può essere prevista alcuna anticipazione dello scrutinio.

6. I verbali elettorali dovranno essere trasmessi all’Aran esclusivamente mediante procedura on-line.

7. La nuova formulazione dell’art. 3 dell’ACQ 7 agosto 1998, riconosce l’elettorato passivo (candidatura):

  1. a tutto il personale in servizio a tempo indeterminato (sia a tempo pieno che a tempo parziale);
  2. ai dipendenti con rapporto di lavoro a tempo determinato cui sia stato conferito un incarico annuale fino al termine dell’anno scolastico/accademico o fino al termine delle attività didattiche.

Le liste possono essere presentate a partire dal giorno 14 febbraio 2018 e sino al 9 marzo 2018, ultimo giorno utile.

I componenti della Commissione elettorale sono designati esclusivamente dalle organizzazioni sindacali che presentano le liste e devono essere indicati tra i lavoratori in servizio presso l’amministrazione in cui si vota, ivi compresi quelli a tempo determinato o in posizione di comando o fuori ruolo.

Nelle amministrazioni con un numero di dipendenti superiore a 15, la Commissione elettorale deve essere formata da almeno tre componenti ed è compito delle organizzazioni sindacali presentatrici di lista garantirne il numero minimo.

La Commissione elettorale deve essere insediata entro il 23 febbraio 2018 e formalmente costituita entro il 28 febbraio 2018. La differenza tra insediamento e costituzione consiste nella circostanza che la Commissione elettorale si considera insediata, su comunicazione dell’amministrazione, non appena siano pervenute almeno tre designazioni (o una designazione nelle Amministrazioni con meno di 15 dipendenti). Pertanto, può insediarsi ed operare anche prima del 28 febbraio, salvo sua successiva formale costituzione nei termini fissati.

Le designazioni dei componenti sono presentate all’ufficio dell’amministrazione a ciò preposto, cui spetta il compito di comunicare ai soggetti designati l’avvenuto insediamento della Commissione elettorale, nonché l’indicazione del locale ove la stessa opera e la trasmissione a questa di tutti i documenti nel frattempo pervenuti. Da tale comunicazione la commissione si considera insediata.

Con l’avvenuto insediamento della Commissione elettorale le liste e tutti gli atti saranno consegnati direttamente a quest’ultima.

All’amministrazione deve essere consegnato, oltre al verbale finale – in originale o copia conforme – anche una copia della scheda predisposta per le votazioni, anch’essa siglata dal presidente e da tutti i componenti della commissione elettorale.

L’invio all’Aran deve avvenire esclusivamente a cura dell’amministrazione.

L’Amministrazione deve obbligatoriamente trasmettere all’Aran, entro il 10 maggio 2018, i dati contenuti nel verbale elettorale. Tale trasmissione può avvenire esclusivamente mediante l’inserimento degli stessi nell’applicativo VERBALI RSU, disponibile nell’Area riservata alle amministrazioni pubbliche del sito internet www.aranagenzia.it.

Per quanto attiene alla validità delle elezioni (quorum) si deve fare riferimento al numero dei votanti dell’amministrazione.

Le elezioni sono valide quando ha votato almeno la metà più uno degli aventi diritto al voto (elettorato attivo).

Esempio: nel caso in cui l’elenco degli elettori aventi diritto al voto sia pari a n. 125 dipendenti, il quorum è raggiunto solo nel caso in cui abbiano votato almeno n. 63 elettori [(125:2)+1]; nel caso in cui l’elenco degli elettori aventi diritto al voto sia pari a n. 126 dipendenti il quorum è raggiunto solo nel caso in cui abbiano votato almeno n. 64 elettori [(126:2)+1].

La Commissione elettorale autorizza l’apertura delle urne per lo scrutinio nel seggio (o nei vari seggi nel caso in cui vi siano seggi staccati) solo dopo avere proceduto alla verifica del raggiungimento del quorum nel collegio elettorale.

In caso di mancato raggiungimento del quoziente richiesto non si deve procedere alle operazioni di scrutinio e le elezioni vengono ripetute entro 30 giorni. Non è ammessa la presentazione di nuove liste.

Il Dirigente Scolastico
Dott. Stefano Gorla

 

Ti potrebbero interessare anche…

Segnalazioni al webmaster

Voglio saperne di più...

Privacy

8 + 11 =

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo contenuto con i tuoi amici!