Ai giovani vorrei insegnare

Scritto da Gionata Tiengo

Il 16 Mar 2020

Il potere finanziario, che è l’unico che permette di fare grandi cose in architettura, è globale e vuole progetti globali, che vadano bene in ogni parte del mondo, mentre all’architetto ormai si chiede solo di meravigliare, di creare un’immagine la più possibile originale, allontanandoci dalla nostra storia, dalle nostre radici. Ai giovani vorrei insegnare a non essere così, a non avere con i fondamenti dell’architettura un rapporto istintivo, a studiare, a utilizzare bene tutti gli strumenti che oggi hanno a disposizione.

Vittorio Gregotti
Morto ieri 15 marzo 2020 vittima del coronavirus

Gregòtti, Vittorio. – Architetto italiano (Novara 1927 – Milano 2020). Fin dalle prime opere, che si inseriscono nel clima di recupero di valenze formali e tecniche di tradizioni precedenti il movimento moderno, il concettualismo compositivo di G. tende a ricercare un possibile dialogo tra geografia e segno architettonico, interrelato con un combattuto rapporto con la storia. Fondatore (1974) dello studio Gregotti associati international, tra le realizzazioni si ricordano: il quartiere Zen (1970) a Palermo, gli stadi di Barcellona (1985, in collab. con F. Correa e A. Milà) e Genova (1987), il Teatro degli Arcimboldi a Milano (2001). Nel 2012 è stato insignito della medaglia d’oro alla carriera della Triennale di Milano.

Ti potrebbero interessare anche…

Orario terza settimana

Si pubblica l'orario dal 28 settembre al 3 ottobre. Lunedì, mercoledì, venerdì: lezioni in presenza dalle 10.00 alle 14.00 per le classi terze, quarte e quinte. Martedì, giovedì, sabato: lezioni in presenza dalle ore 8.00 alle 12.00 per le classi prime e seconde. [box...

Segnalazioni al webmaster

Voglio saperne di più...

Privacy

1 + 7 =

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo contenuto con i tuoi amici!